Clicca per più prodotti.
Nessun prodotto è stato trovato.
Ricerca nel blog

L'esposizione

Esposizione

L'esposizione

In Giappone il fine ultimo della coltivazione di un albero come bonsai è l'esposizione. Oltre alla gioia della prima creazione da un materiale di partenza (raccolto in natura, da vivaio, da seme ecc.) ed al piacere dell'interazione quotidiana attraverso le cure di coltivazione, il bonsai offre momenti di quieto e rilassato godimento nell'esposizione. Lo spazio tradizionale per l'esposizione è il toko-no-ma, ma nella realtà occidentale è efficace un piano di legno (di una madia, di una cassapanca ecc.) che abbia uno sfondo semplice ed uniforme, di colore neutro.
Scopo dell'allestimento dell'esposizione non è la presentazione del bonsai, bensì la creazione della suggestione di un paesaggio naturale. Il bonsai, con la sua forma, evoca il suo possibile ambiente naturale: un albero in stile cascata suggerisce un dirupo montano, un albero in stile scopa richiama l'aperta pianura… Un piccolo elemento di accompagnamento, proporzionato al bonsai, offre il completamento del paesaggio o anche un riferimento al momento stagionale. Perché si realizzi nella fantasia dell'osservatore l'immagine del paesaggio espresso attraverso l'esposizione è necessario che gli elementi siano combinati in modo tale che i loro movimenti (il movimento dinamico del bonsai e quello dell'elemento di accompagnamento) si incontrino nel centro dello spazio espositivo, dove sullo sfondo si proietterà la fantasia dell'osservatore che, secondo la propria sensibilità, darà forma e carica emotiva alla suggestione del paesaggio.


Gli elementi dell'esposizione

Nello spazio espositivo il bonsai è appoggiato sopra un tavolino o una tavola di legno, che hanno la funzione di portare l'albero all'altezza dell'occhio dell'osservatore, ma anche di esaltarne l'importanza.
Sul lato verso il quale si muove il flusso dinamico del bonsai (generalmente definito dal movimento del tronco e dalla posizione del ramo dominante) può essere collocato un elemento di accompagnamento, che completi l'immagine del paesaggio suggerito dalla forma dell'albero o presenti il fascino del particolare momento stagionale. Tale elemento di accompagnamento può essere un suiseki (pietra paesaggio), una figura in bronzo o ceramica, oppure un bonsai di erbacea, ed anch'esso è appoggiato sopra un tavolino, una tavoletta di legno oppure una stuoia di bambù.
Fattore importante nella combinazione degli elementi dell'esposizione è l'armonia, che tuttavia non deve significare ripetitività di forme, di colori, di materiali utilizzati: il contrasto tra gli elementi deve essere carico di tensione evocativa ed esprimere una quieta e gradevole armonia.
Sullo sfondo dello spazio espositivo nell'esposizione classica tradizionale è spesso appeso un rotolo dipinto o un'opera di calligrafia, che nella realtà occidentale può essere sostituito da un quadro o una stampa, caratterizzati tuttavia da estrema semplicità ed essenzialità, poiché la funzione è comunque un velato suggerimento ad una caratteristica del paesaggio evocato dall'allestimento espositivo (la luna velata dalle nuvole, un passero in volo, una cascata vista in lontananza ecc.).


I suiseki nell'esposizione

I suiseki sono piccole pietre modellate dalla natura, ammirate per la loro bellezza ed il loro potere di suggerire uno scenario naturale o un oggetto strettamente associato con la natura.
I suiseki più comuni sono quelli che richiamano una montagna in lontananza, un'isola, una cascata, uno specchio d'acqua, una figura ecc.
Il suiseki può essere utilizzato come elemento di accompagnamento nell'esposizione del bonsai, per enfatizzare il fascino dell'ambiente naturale che l'albero rappresenta, oppure come protagonista dell'esposizione accompagnato da un bonsai di erbacea.
Normalmente si espone appoggiato sulla propria base di legno (dai), scolpita su misura, oppure posto in un vassoio (suiban) di grès, sopra uno strato di ghiaia fine setacciata e lavata, coperta da un filo d'acqua; in quest'ultimo caso l'esposizione è particolarmente adatta alla stagione estiva, poiché la presenza dell'acqua offre refrigerio nelle calde giornate estive.


I bonsai di erbacee nell'esposizione

I bonsai di erbacee rappresentano una categoria specifica nell'universo del bonsai. Sono apprezzati per la loro fresca e delicata naturalezza e per l'intensa associazione ad un momento particolare della stagione.
Spesso sono combinate diverse specie, che offrono caratteristiche peculiari in diverse stagioni (fioritura in diversi momenti della primavera, frutti o foglie dalle tinte cangianti in autunno ecc.), in vasi di forma e colore inusuale o addirittura sopra un coccio di tegola o una radice contorta o di forma particolare.
I bonsai di erbacea possono essere esposti come elementi di accompagnamento al bonsai o al suiseki, oppure come protagonisti dell'esposizione, soprattutto nella stagione estiva, quando i bonsai possono non essere nel loro aspetto migliore o maggiormente evocativo.


Altri elementi di accompagnamento per l'esposizione

Nello spazio espositivo il bonsai può essere accompagnato da un suiseki, da un bonsai di erbacea, oppure da un piccolo oggetto in grado di dare una carica evocativa o emozionale al paesaggio rappresentato dalla forma del bonsai.
Statuette, lanterne in miniatura, piccoli animali in bronzo possono completare il messaggio espresso dall'autore dell'allestimento, a volte in modo molto personalizzato ed informale.


I tempi dell'esposizione

L'esposizione rappresenta un'occasione per godere il frutto del lavoro quotidiano sui propri bonsai, ammirando gli esemplari nel loro aspetto migliore e nell'atmosfera che maggiormente ne esalta l'aspetto e la carica evocativa.
L'esposizione si allestisce all'interno della casa, quindi non deve durare troppo a lungo (max. 2-3 giorni), per consentire al bonsai di tornare nella posizione ideale per la coltivazione. Una serata con amici o parenti, un invito formale, una festa, un'occasione speciale o anche soltanto un proprio momento di relax possono essere le circostanze adatte per preparare l'esposizione, scegliendo l'albero che in quel momento mostra il suo aspetto migliore e maggiormente evocativo.
Non si dimentichi che l'esposizione porta il bonsai dal campo della coltivazione alla sfera dell'arte: la pulizia, l'ordine, il rispetto per il dettaglio saranno di rigore nella preparazione dell'allestimento.


Lascia un commento
Rispondi
Devi fare il login per postare un commento.

Login

Menu

Condividi

Crea un account per salvare

Accedi

Crea un account per utilizzare le wishlists

Accedi